PEUGEOT 2008 BLACK MATT “CALABRIA UNKNOWN, TRA BIZANTINI E BORBONI”

/, In Evidenza/PEUGEOT 2008 BLACK MATT “CALABRIA UNKNOWN, TRA BIZANTINI E BORBONI”

PEUGEOT 2008 BLACK MATT “CALABRIA UNKNOWN, TRA BIZANTINI E BORBONI”

00’11” – Benessere è l’abitacolo inondato di luce.

Una caratteristica importante affinché il viaggio in auto sia confortevole, appagante ed entusiasmante.

La sensazione di immersione e partecipazione all’ambiente è proporzionale alla superficie vetrata che il design concede ai progettisti.

Peugeot 2008 Black Matt con il suo ampio tetto panoramico, il generoso parabrezza, il lunotto ed i finestrini di grandi dimensioni, è la compagna ideale anche nei lunghi viaggi poiché la visione del panorama è senza limiti.

Così gli oltre settecento chilometri per raggiungere le tortuose provinciali delle Serre calabresi sono stati un crescendo d’emozione culminata con la scoperta de La Ferdinandea.

00’56” – La particolare tonalità del grigio della 2008 Black Matt, intensa come il ferro di borbonica memoria, è stata lo spunto per l’itinerario calabrese. Il taglio verticale del nuovo frontale è l’elemento di spicco della forte presenza su strada di questa versione, identificata dal logo specifico sulla fiancata mentre finiture di un bel rosso brillante ne sottolineano il carattere graffiante.

01’24” – È il navigatore che ci traccia la strada e il Peugeot i-Cockpit amplifica le sensazioni che viviamo guidando attraverso gli oltre 3600 ettari di abeti e faggi delle province di Vibo Valentia e Reggio Calabria,

verso il giallo dei campi arsi dal Sole della costa ionica, dove appare, tra gli eucalipti, il Castello di San Fili, a Stignano.

Costruito all’inizio del 1700 come casino fortificato e parte di una cintura difensiva dalle incursioni turche, con torri d’avvistamento, è un pregevole esempio d’architettura militare, voluto dalla famiglia patrizia dei Lamberti che fece edificare anche la vicina cappella di campagna, dedicata a Santa

Maria del Carmine.

02’14” – Il fil rouge è il motivo ripreso con savoir-faire francese per gli interni. Dal volante, di dimensioni ridotte ai sedili, l’impuntura rossa crea uno stacco cromatico con il grigio intenso

dell’abitacolo.

02’33” – Tanta luce e molto spazio dell’abitacolo di Peugeot 2008 Black Matt contrastano con le dimensioni di una vettura compatta, ideale per esplorare gli stretti vicoli dei paesini arroccati, a protezione dalla pirateria, sui primi rilievi delle Serre.

02’51” – L’ accecante Sole di Calabria chiude le pupille del viaggiatore ed allora il salto temporale nella storia diventa una forte emozione nell’istante dell’ingresso nella Cattolica di Stilo, uno dei più importanti esempi d’architettura bizantina nella regione.

Addossata alle falde del Monte Consolino, per il suo splendore venne sempre risparmiata dagli arabi, le cui incursioni di saccheggio lungo le coste erano frequenti e temute.

03’21” – Elemento distintivo, studiato con molta attenzione, la firma luminosa di Peugeot 2008 Black Matt, racconta del carattere volitivo di questa vettura. Un perfetto equilibrio dinamico di tecnologia e stile con cui affrontare anche il fuoristrada per cercare di toccare il cielo con un dito.

By | 2017-10-02T14:31:19+00:00 ottobre 2nd, 2017|Comunicati Stampa Peugeot, In Evidenza|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento