36° RALLY DUE VALLI PAOLO ANDREUCCI E LA SUA PEUGEOT 208 T16 DEVONO PUNTARE IN ALTO PER PORTARE A CASA IL CAMPIONATO 2018

//36° RALLY DUE VALLI PAOLO ANDREUCCI E LA SUA PEUGEOT 208 T16 DEVONO PUNTARE IN ALTO PER PORTARE A CASA IL CAMPIONATO 2018

36° RALLY DUE VALLI PAOLO ANDREUCCI E LA SUA PEUGEOT 208 T16 DEVONO PUNTARE IN ALTO PER PORTARE A CASA IL CAMPIONATO 2018

Ultima gara di un campionato italiano rally 2018 mai monotono, con numerosi colpi di scena

che hanno rimescolato le carte nella classifica assoluta piloti. Il 10 volte campione italiano

rally Paolo Andreucci, infatti, deve puntare in alto con la sua Peugeot 208 T16 per portare

 

 

a casa quello che potrebbe essere l’11° titolo in carriera. Un appuntamento non facile ma

che ha il sapore della sfida finale contro una concorrenza assai agguerrita, che non vuole

mollare. Se, da un lato, il giovane Damiano De Tommaso e la sua 208 R2B hanno già vinto

 

il titolo di Campione Italiano Rally Junior 2018 con una gara d’anticipo, il primo posto

 

 

nell’assoluto è ancora da assegnare. Il pilota toscano della Casa del Leone dovrà fare

affidamento sulla squadra ma, ancor più, sulla 208 T16 e sul supporto della fidata

navigatrice, Anna Andreussi. Verona attende a breve il team Peugeot Sport Italia che si

 

presenterà con tre equipaggi, perché tornerà a correre anche il siciliano Marco Pollara con

 

la seconda 208 T16, dopo la pausa dell’Adriatico.

 

 

 

 

 

Gli equipaggi

Paolo Andreucci (208 T16): “Ci attende un week end di gara davvero intenso e con una grande

 

 

 

responsabilità sulle spalle. Devo necessariamente puntare in alto per conquistare il primo posto

nel campionato assoluto, perché la posizione di classifica non mi garantisce alcuna tranquillità.

So che posso continuare a contare sul supporto di tutta la squadra, un team che sta lavorando

alacremente in queste ore per considerare ogni singolo aspetto che può essere determinante

per la vittoria a Verona. Il supporto degli sponsor tecnici, penso a Pirelli e Total in primis, non è

mai mancato e so che avrò anche in questa occasione il migliore setup possibile a disposizione.

La gara non sarà facile, lo so già, anche se il tempo dovrebbe essere tendenzialmente stabile e

bello, quindi con una variabile in meno da considerare. Non sarà facile stare davanti perché la

concorrenza non starà di certo a guardare, deve giocarsi il tutto per tutto in una gara che si

preannuncia davvero impegnativa. Noi, come sempre, siamo determinati a fare un ottimo

lavoro e l’aspettativa è alta. Voglio il titolo!”

 

 

La storia di Peugeot in questo rally

Anche se si corre in casa dell’avversario numero 1, Paolo Andreucci e la Peugeot hanno una

certa familiarità con gli asfalti del Rally Due Valli. Il dieci volte Campione d’Italia a Verona

ha spesso festeggiato la conquista del titolo ed ha vinto due volte, sempre navigato da Anna

Andreussi. Nel 2013, vigilia della “promozione” del Due Valli tra le gare al top della specialità,

“Ucci” ha però corso in coppia con Valentino Gaspari, un giovane navigatore in cerca di

notorietà, che poi ha trovato.

Inserito nel calendario delle prove valide per il CIR dal 2014, il Due Valli ha spesso visto

protagonisti i Clienti Peugeot. Nel 2012 Luca Cantamessa con la Peugeot 207 S2000 ha

vinto la finale di Coppa, l’anno prima aveva fatto centro un’altra 207 S2000 con Emanuele

Arbetti. Nell’albo d’oro della gara veronese non manca nemmeno la Peugeot 206 WRC

portata al successo da Giorgio De Tisi nel 2005-2006.

Come è noto, il Due Valli si conclude davanti all’Arena di Verona, l’anfiteatro romano

risalente al primo secolo dopo Cristo, uno dei siti del passato più affascinanti e meglio

conservati, tanto da poter ospitare concerti di lirica o di pop-stars. Un luogo ideale per

festeggiare da parte di tutti la conclusione della stagione, qualunque sia il risultato.

 

By |2018-10-11T14:03:54+00:00ottobre 11th, 2018|Comunicati Stampa Peugeot|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento