AL TARGA FLORIO VINCE CIUFFI, NELLA GARA PIU’ DIFFICILE E SOFFERTA DEL PEUGEOT COMPETITION TOP 208

//AL TARGA FLORIO VINCE CIUFFI, NELLA GARA PIU’ DIFFICILE E SOFFERTA DEL PEUGEOT COMPETITION TOP 208

AL TARGA FLORIO VINCE CIUFFI, NELLA GARA PIU’ DIFFICILE E SOFFERTA DEL PEUGEOT COMPETITION TOP 208

Se il Rally Targa Florio è l’università dell’asfalto, si buon ben dire che il ventiquattrenne

fiorentino Tommaso Ciuffi si è laureato con il massimo dei voti, risultando quasi sempre il

più veloce. Anzi, avrebbe meritato persino la lode se non avesse perso, per un testa-coda

sulla terz’ultima prova speciale, anche il primato nel Tricolore Junior a favore della Peugeot

208 ufficiale di Damiano De Tommaso.

Da un Targa Florio dal percorso rivoluzionato e dal meteo impazzito è uscito un rally di

straordinaria sofferenza e durezza fisica e sportiva. Basta la classifica finale per rendersene

conto: dei trofeisti, solo Ciuffi, Andrea Mazzocchi e Davide Nicelli sono riusciti a vedere

nell’ordine il traguardo, mentre tutti gli altri sono finiti nell’elenco dei ritirati.

Tommaso Ciuffi ha confermato il momento magico che gli ha già fruttato tre vittorie: Ciocco

e Targa Florio nel Peugeot Competition TOP 208 oltre al Lirenas valevole per il Peugeot

Competition RALLY 208.

Sull’alternarsi di asciutto e bagnato delle prove speciali iniziali, Ciuffi ha fatto il vuoto

restando a lungo anche al vertice fra tutte le 2 ruote motrici in gara. La sua vittoria ai fini del

TOP 208 non è mai stata in discussione visto che già dopo il primo passaggio sulle prove

speciali aveva 50” di vantaggio sul più immediato inseguitore.

Andrea Mazzocchi ha dovuto fare i conti con una scelta infelice del tipo di pneumatici e si è

presto dovuto arrendere all’incolmabilità del suo ritardo dal leader, ma ha confermato la

fondatezza delle sue ambizioni stagionali risultando spesso il più veloce nella seconda metà

del rally.

Davide Nicelli sulle strade siciliane ha iniziato a dare del tu alla sua Peugeot 208 R2B e, sin

dall’inizio, ha lottato per il terzo posto con Strabello, Trevisani e Coppe. Da segnalare anche

il suo miglior tempo di prova davanti a Strabello nel secondo passaggio su Pollina (PS10).

Subito attardati invece Fabio Battilani e Alessandro Nerobutto, il recente vincitore del

Peugeot Competition Raceday 2017-2018: entrambi si sono ritirati nel primo giro sulle prove

speciali, con l’ultimo tratto cronometrato fatale anche a Jacopo Trevisani, dopo che il veneto

aveva firmato il terzo tempo nella Power Stage dietro a Ciuffi e Mazzocchi.

Nella parte centrale del rally, serrato duello fra Lorenzo Coppe e Stefano Strabello con

Nicelli nella loro scia. Ma, quando sembrava che Strabello, in netta crescita, avesse la

meglio, ecco il colpo di scena: nel ripartire dopo un dritto, il ritorno del volante colpiva un

pollice di Stefano, fratturandoglielo con conseguente ritiro. Giochi fatti? Nemmeno per

sogno, visto che, con Nicelli in forte rimonta, Lorenzo Coppe usciva di scena sulla penultima

prova speciale.

Prossimo appuntamento per il Peugeot Competition TOP 208 lo sterrato del Rally di San

Marino, il 1° di luglio.

Classifica Peugeot Competition TOP 208 dopo il Targa Florio: 1. Tommaso Ciuffi 33 punti,

2. Andrea Mazzocchi 26, 3. Davide Nicelli e Michel Griso 6, 5. Jacopo Trevisani 5, 6.

Alesandro Nerobutto 3, 7. Stefano Strabello 2, 8. Lorenzo Coppe e Nicola Fiorillo 1.

 

By | 2018-05-09T14:53:28+00:00 maggio 9th, 2018|Comunicati Stampa Peugeot|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento