Durante il periodo di lockdown, il 10 aprile la Direzione Generale di Groupe PSA ha deciso di investire 1 milione di euro nella produzione di mascherine chirurgiche di tipo 1 al fine di soddisfare le esigenze di tutti i suoi dipendenti, consentendo anche di effettuare regolarmente donazioni mirate a enti di beneficenza (durante il periodo di lockdown, Groupe PSA ha donato più di 700.000 mascherine).

La linea di produzione installata è di tecnologia francese e ha una capacità di 12.000 maschere/ora. È stato formato un team di 12 persone che lavora nel sito industriale di Mulhouse per garantire una produzione annua fino a 70 milioni di maschere, garantendo indipendenza di approvvigionamento alle esigenze aziendali. La produzione è iniziata il 3 agosto e fino ad oggi sono già state prodotte 250.000 maschere.

Yann Vincent, Direttore industriale e della catena logistica di Groupe PSA, afferma: “Questo investimento è il risultato di numerose decisioni prese dal comitato di crisi con l’obiettivo di garantire la protezione dei nostri dipendenti, parallelamente al protocollo sanitario rafforzato e sottoposto a controllo che è stato attuato nel periodo del lockdown in tutti i settori di attività di Groupe PSA.”