PAOLO ANDREUCCI, COACH DI PEUGEOT SPORT ITALIA, NON RESISTE ALLA TENTAZIONE E CORRE NEL CIRT CON UNA 208

//PAOLO ANDREUCCI, COACH DI PEUGEOT SPORT ITALIA, NON RESISTE ALLA TENTAZIONE E CORRE NEL CIRT CON UNA 208

PAOLO ANDREUCCI, COACH DI PEUGEOT SPORT ITALIA, NON RESISTE ALLA TENTAZIONE E CORRE NEL CIRT CON UNA 208

L’11 volte campione italiano rally Paolo Andreucci ha iniziato questa stagione 2019 con il nuovo ruolo di Coach Peugeot e motorsport Ambassador della Casa del Leone. Un ruolo che gli calza a pennello e che è molto apprezzato dai tanti giovani piloti Peugeot.

Ma può, un pilota come lui, resistere alla tentazione di rimettersi al volante? Forse, ma non se si tratta di una Peugeot 208 T16, un modello con cui ha scritto capitoli bellissimi della storia dei rally italiani.

Il pilota toscano torna quindi al volante di una 208 T16 non ufficiale in occasione del 26° Rally Adriatico, in programma il prossimo weekend. Correrà quindi il CIRT (Campionato Italiano Rally Terra) e lo farà con una macchina ancora molto competitiva e gommata Pirelli. Al suo fianco non ci sarà la sua Anna Andreussi, ma Rudy Briani, navigatore dalla grande esperienza e con forte vocazione per lo sterrato e che Paolo conosce bene.

Un appuntamento importante quello dell’Adriatico, in cui Paolo ha tutta l’intenzione di divertirsi e di riscrivere il risultato dell’anno scorso.

Paolo Andreucci: “Torno a divertirmi al volante, abbiamo scelto di farlo nel campionato italiano rally terra e naturalmente non poteva mancare la Peugeot 208T16, che lo scorso anno ci ha permesso di vincere il tricolore per l’undicesima volta. Con l’Adriatico abbiamo un conto in sospeso, lo scorso anno non è finito nel migliore dei modi e per questa prima gara, proveremo a far meglio.”

 

 

By |2019-05-06T14:04:35+02:00Maggio 6th, 2019|Comunicati Stampa Peugeot|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento